I luoghi di (della) vita,la nostra.

luoghi di vita.Quali sono?….li ho fatti corrispondere con la nostra dimora, quella ben circoscritta: pareti insonorizzate, finestre con doppi vetri, grate di sicurezza, nel cui interno ho cercato di convincere tutti che è opportuno creare un’anima vivente, quindi via libera a personalizzazioni che parlino a noi e ai nostri ospiti, ma manca qualcosa e più ampiamente, forse, è necessario integrare il concetto. Esiste, anche, un’esigenza di vita! essa è implementata in varie interazioni:fiori,piante,animali,persone,le quali a loro volta hanno necessità di luoghi per diventare interattivi: terrazzi,balconi,giardini, cortili, negozi, vie, piazze;

questi, più ampiamente, determinano la qualità della nostra vita. E allora?…allora è necessario aprire i portoni, le finestre, e dedicare tempo e attenzione alla cura di tutti quegli spazi che ci circondano, quei luoghi che trasformano un “NOI” in “TUTTI”, un “NOI” in “ALTRI”, perché il loro depauperamento ne determina anche il nostro; le porte aperte un’abitudine perduta, divenuta dimenticata, nel sistema, non solo per le cose, del:crea,usa, getta,diffida.
Due cittadini intraprendenti hanno deciso di cimentarsi nel recupero, attraverso diverse attività, di spazi cittadini per far rinascere un centro storico destinato altrimenti alla morte definitiva. Questi sono il Sig. Andrea Bartoli e la moglie Florinda Saieva, la città (forse meglio dire paese) è Favara, Sicilia. http://divisare.com/projects/269580-Farm-Cultural-Park-Andrea-Bartoli-Florinda-Saieva-Farm-Cultural-Park/images/4696837
Fondano nel 2010 la “Farm cultural Park”  http://www.farm-culturalpark.com/
Attraverso l’azione di attività culturali cercano di recuperare quegli spazi in degrado e abbandono.
Andrea Bartoli, spiega: «……..“Dovevamo scegliere se andare a vivere in Europa o se portare un pezzo d’Europa qui, dove vivevamo noi. Abbiamo scelto la seconda! …Quello che conta per noi non è il valore delle opere, ma il valore delle persone che passano. Questo è il museo delle persone».
Sembra che ci riescano se un blog britannico, Purple Travel, ha collocato il Farm Cultural Park e Favara al sesto posto al mondo come meta turistica dell’arte contemporanea preceduta da Firenze, Parigi, Bilbao, le isole della Grecia e New York. Certo non sono le classifiche,create con non so quali parametri, a dar ragione dell’effettiva resurrezione del centro storico, ma la contagiosa voglia di vivere che allaga le corti interessate e più in generale tutta Favara e la proposta del comune di Agrigento ( http://www.comune.agrigento.it/index.php/amministrazione/comunicati/3647-il-comune-di-agrigento-ha-presentato-al-ministero-dei-beni-e-delle-attivita-culturali-e-del-turismo-un-progetto-per-partecipare-al-bando-per-la-candidatura-di-una-citta-italiana-come-capitale-della-cultura-per-gli-anni-2016-e-2017 ) alla candidatura come capitale della cultura per il 2016/2017 e lo fa (cito le parole del comune) “con la consapevolezza del valore di un grande patrimonio culturale (materiale ed immateriale),che è il risultato di uno sforzo collettivo nato spontaneamente dalle associazioni e le istituzioni e si candida a sede permanente di un laboratorio per la nascita di un nuovo modello di futuro: un modello di qualità della vita, in cui la multiculturalità e l’innovazione sociale sono il motore di sviluppo. Sviluppare le industrie culturali e creative: gli interventi di recupero e rigenerazione urbana previsti, il laboratorio di coworking ed il conseguente incubatore di imprese, le azioni di Farm Cultural Park, i festival culturali progettati “dal basso”, costituiscono la base generativa di creatività e cultura e di nuova impresa giovanile. L’innesto delle nuove generazioni nei processi di sviluppo socio-culturale sono la rigenerazione urbana.” ……………………………………………….perchè in fin dei conti siamo quello che viviamo!

stefano mereu, decorazioni d’interni.

e-mail: stefanomereupitture@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...